In the early modern age, the importance attributed by the society of the time to the funeral ritual brought the attention of scholars to funerary practices and to the ephemeral apparatuses commissioned to court artists, with the succession of numerous studies that analyzed the phenomenon under various points of view, often finding a territorial contextualization of the ephemeral production, scrupulously examining the funeral ceremonies of the Spanish monarchy: The treatment of bodies, embalming, the dress of the monarchs, the type of burial, the funeral procession, the burning chapels or the ways of showing pain. A common commitment begins to appear from the series of beautiful deaths, whether they happen in a convent or at court. The most edifying examples are to be found in convents - the death of whose "grown-ups" is only a variation of this model -, in religious who died in the odor of sanctity. The purpose is to perform an exemplary show for the benefit of the laity, loosening the concentration on the instant of death. It is no longer the moment in which everything and everything is played out, between salvation and damnation.

Nella prima età moderna, l’importanza attribuita dalla società del tempo al rituale funebre ha portato l’attenzione degli studiosi sulle pratiche funerarie e sugli apparati effimeri commissionati agli artisti di corte, con il susseguirsi di numerosi studi che hanno analizzato il fenomeno sotto vari punti di vista, trovando spesso una contestualizzazione territoriale della produzione effimera, esaminando scrupolosamente le cerimonie funebri della monarchia spagnola: Il trattamento dei corpi, imbalsamazione, l’abito dei monarchi, il tipo di sepoltura, il corteo funebre, le cappelle ardenti o i modi di mostrare il dolore. Un impegno comune inizia ad apparire dalla serie di belle morti, che accadano in convento oppure a corte. Gli esempi più edificanti vanno cercati nei conventi – la morte dei cui “grandi” è solo una variazione di tale modello –, nei religiosi morti in odore di santità. Il proposito è quello di compiere uno spettacolo esemplare a beneficio dei laici, allentando la concentrazione sull’istante della morte. Esso non è più l’attimo in cui si gioca il tutto e per tutto, tra salvezza e dannazione.

valeria patti (2021). La buona morte di Filippo iv e la proclamazione del suo successore. Un modello di comunicazione in età barocca. In S. Intorre, H. Linares González, V. Patti, M. Perruca Gracia (a cura di), Poder y privilegio en la sociedad moderna actores, medios, fines y circunstancias siglos XVI-XVIII (pp. 457-475). Palermo University Press.

La buona morte di Filippo iv e la proclamazione del suo successore. Un modello di comunicazione in età barocca

valeria patti
2021

Abstract

Nella prima età moderna, l’importanza attribuita dalla società del tempo al rituale funebre ha portato l’attenzione degli studiosi sulle pratiche funerarie e sugli apparati effimeri commissionati agli artisti di corte, con il susseguirsi di numerosi studi che hanno analizzato il fenomeno sotto vari punti di vista, trovando spesso una contestualizzazione territoriale della produzione effimera, esaminando scrupolosamente le cerimonie funebri della monarchia spagnola: Il trattamento dei corpi, imbalsamazione, l’abito dei monarchi, il tipo di sepoltura, il corteo funebre, le cappelle ardenti o i modi di mostrare il dolore. Un impegno comune inizia ad apparire dalla serie di belle morti, che accadano in convento oppure a corte. Gli esempi più edificanti vanno cercati nei conventi – la morte dei cui “grandi” è solo una variazione di tale modello –, nei religiosi morti in odore di santità. Il proposito è quello di compiere uno spettacolo esemplare a beneficio dei laici, allentando la concentrazione sull’istante della morte. Esso non è più l’attimo in cui si gioca il tutto e per tutto, tra salvezza e dannazione.
Settore M-STO/02 - Storia Moderna
Settore L-ART/02 - Storia Dell'Arte Moderna
valeria patti (2021). La buona morte di Filippo iv e la proclamazione del suo successore. Un modello di comunicazione in età barocca. In S. Intorre, H. Linares González, V. Patti, M. Perruca Gracia (a cura di), Poder y privilegio en la sociedad moderna actores, medios, fines y circunstancias siglos XVI-XVIII (pp. 457-475). Palermo University Press.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
La “buona” morte di Filippo iv e la proclamazione del suo successore. Un modello di comunicazione in età barocca.pdf

accesso aperto

Descrizione: saggio completo
Tipologia: Post-print
Dimensione 910.1 kB
Formato Adobe PDF
910.1 kB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/10447/492592
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact