Artificazioni delle performance: il caso del Museo Pasqualino