Between the 14th and 15th centuries in communal Italy the nature of the people (popolo) remained an open question. Unlike other areas, what made it more difficult in the peninsula the effort of definition was the fact that since the mid thirteenth century the “people” had often manifested itself as association, as a partisan organization and even as a regime. This had exacerbated the traditional semantic ambivalence of the term (“people” as part of the community and “people” as political universal). This contribution analyses some moments in the memory of the Ciompi revolt (in particular the chronicle of Giovanni Cavalcanti) to show on the one hand how the ambivalence of the term was maintained, and on the other how progressively the image of the “people”-part, of the people who had assumed power, was deteriorating: more and more frequently it is denoted as plebs or popolo minuto, or appears degraded contemptuously to the threshold of dehumanisation.

Tra XIV e XV secolo nell’Italia comunale la natura del popolo rimaneva un problema aperto. A differenza di altre aree, a rendere più difficile nella Penisola lo sforzo di definizione era il fatto che dalla metà Duecento il «popolo» si era manifestato spesso anche come organizzazione di parte e persino come regime. Questo aveva esasperato la tradizionale ambivalenza semantica del termine («popolo» come parte della comunità e «popolo» come universale politico). In questo contributo vengono analizzati alcuni momenti della memoria della rivolta dei Ciompi (in particolare la cronaca di Giovanni Cavalcanti) per mostrare da un lato come si mantenne l’ambivalenza del termine, e dall’altro come progressivamente si deteriorò l’immagine del «popolo»-parte, del popolo che aveva assunto il potere, e che sempre più frequentemente risulta denotato come plebe o popolo minuto, oppure appare degradato spregiativamente fino alla soglia della disumanizzazione.

Mineo ennio (2020). Le parti e il tutto. La memoria dei Ciompi e la semantica del popolo. In G. Cappelli (a cura di), Al di là del Repubblicanesimo. Modernità politica e origini dello Stato (pp. 107-130). Napoli : Unior Press.

Le parti e il tutto. La memoria dei Ciompi e la semantica del popolo

Mineo ennio
2020

Abstract

Tra XIV e XV secolo nell’Italia comunale la natura del popolo rimaneva un problema aperto. A differenza di altre aree, a rendere più difficile nella Penisola lo sforzo di definizione era il fatto che dalla metà Duecento il «popolo» si era manifestato spesso anche come organizzazione di parte e persino come regime. Questo aveva esasperato la tradizionale ambivalenza semantica del termine («popolo» come parte della comunità e «popolo» come universale politico). In questo contributo vengono analizzati alcuni momenti della memoria della rivolta dei Ciompi (in particolare la cronaca di Giovanni Cavalcanti) per mostrare da un lato come si mantenne l’ambivalenza del termine, e dall’altro come progressivamente si deteriorò l’immagine del «popolo»-parte, del popolo che aveva assunto il potere, e che sempre più frequentemente risulta denotato come plebe o popolo minuto, oppure appare degradato spregiativamente fino alla soglia della disumanizzazione.
The Parts and the Whole. The Memory of the Ciompis and the Semantics of the ‘Popolo’
Mineo ennio (2020). Le parti e il tutto. La memoria dei Ciompi e la semantica del popolo. In G. Cappelli (a cura di), Al di là del Repubblicanesimo. Modernità politica e origini dello Stato (pp. 107-130). Napoli : Unior Press.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Mineo - Le parti e il tutto.pdf

Solo gestori archvio

Descrizione: capitolo in volume
Tipologia: Versione Editoriale
Dimensione 872.63 kB
Formato Adobe PDF
872.63 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/10447/482172
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact