La strada come collettore percettivo: i casi di Aprilia e Conquista del Guadiana