Nowadays, one of the most significant study areas for the Geographical approach is the social perception of uncertainty associated to climate change. More in particular, an interesting context is represented by the perception of the future in teenagers and young adults. By using a qualitative methodology, this study explores some ways in which climate change is perceived by high-school students aged between 16 and 20 of various nationalities living in Sicily, Italy. Through the use of a questionnaire made ad hoc and a contextual ethnographic participant observation, young people were asked to provide information on what they knew on climate change (based on schooling and on general knowledge acquired from medias). Moreover, students were asked what their own perception of risk was, in the short and long term, connected to climate change also in reference to solutions/strategies - including individual/collective behaviors - adopted to contrast this global issue. Finally, questions focused on the possibility of influencing the appropriate decision-making policies. Interviews not only allow us to outline and explore the ways in which groups of young students look at a possible climate crisis, they also help us track innovative communication paths especially in school when debating on environmental emergencies. This paper thus also highlights the potential problems connected to the reduction of the amount of hours spent studying Geography in Italian high schools and supports the idea of taking action in order to promote this subject in the Italian national education system.

Uno degli ambiti di studio al momento più ricchi di implicazioni per l’approccio geografico è la percezione sociale dell’incertezza associata ai cambiamenti climatici. In particolare, un contesto interessante è rappresentato dalla percezione del futuro da parte delle generazioni più giovani. Il presente studio, utilizzando una metodologia qualitativa, indaga alcune modalità attraverso cui il cambiamento climatico è percepito da alcuni giovani studenti di età compresa tra 16 e 20 anni di varia nazionalità che vivono in Sicilia. Attraverso un questionario elaborato ad hoc e una contestuale osservazione partecipante di tipo etnografico, ai giovani è stato chiesto di indicare sia le proprie conoscenze sul cambiamento climatico (apprese nei propri percorsi di formazione o attraverso i media), sia la percezione soggettiva del rischio che quest’ultimo potrebbe implicare nell’immediato e nel futuro, includendo le eventuali soluzioni/strategie di contrasto/adattamento messe in atto (che implicano comportamenti individuali e/o collettivi), nonché le possibilità di incidere sulle opportune politiche decisionali. Le interviste permettono non solo di ricostruire i modi in cui gruppi di giovani studenti guardano a una possibile crisi climatica, ma anche di riflettere sulle possibili modalità di intervento che si rendono utili o necessarie sul piano della formazione e della comunicazione delle emergenze ambientali. A tale proposito, il contributo evidenzia come le criticità rilevate negli ultimi anni dall’acceso dibattito sulla contrazione dell’insegnamento della Geografia presso la scuola secondaria di II grado in Italia confermino la necessità di azioni sistemiche in grado di valorizzare il sapere, l’approccio e la didattica della disciplina.

Sabato, G. (2020). Il cambiamento climatico nella percezione degli adolescenti: una prospettiva geografica. In J. Gómez Cantero, C. Morán Martínez, J. Losada Gómez, F. Carnelli (a cura di), The climate crisis in Mediterranean Europe. Cross-Border and multidisciplinary issues on climate change (pp. 147-162). Lago : Il Sileno.

Il cambiamento climatico nella percezione degli adolescenti: una prospettiva geografica

Sabato, Gaetano
Investigation
2020-01-01

Abstract

Uno degli ambiti di studio al momento più ricchi di implicazioni per l’approccio geografico è la percezione sociale dell’incertezza associata ai cambiamenti climatici. In particolare, un contesto interessante è rappresentato dalla percezione del futuro da parte delle generazioni più giovani. Il presente studio, utilizzando una metodologia qualitativa, indaga alcune modalità attraverso cui il cambiamento climatico è percepito da alcuni giovani studenti di età compresa tra 16 e 20 anni di varia nazionalità che vivono in Sicilia. Attraverso un questionario elaborato ad hoc e una contestuale osservazione partecipante di tipo etnografico, ai giovani è stato chiesto di indicare sia le proprie conoscenze sul cambiamento climatico (apprese nei propri percorsi di formazione o attraverso i media), sia la percezione soggettiva del rischio che quest’ultimo potrebbe implicare nell’immediato e nel futuro, includendo le eventuali soluzioni/strategie di contrasto/adattamento messe in atto (che implicano comportamenti individuali e/o collettivi), nonché le possibilità di incidere sulle opportune politiche decisionali. Le interviste permettono non solo di ricostruire i modi in cui gruppi di giovani studenti guardano a una possibile crisi climatica, ma anche di riflettere sulle possibili modalità di intervento che si rendono utili o necessarie sul piano della formazione e della comunicazione delle emergenze ambientali. A tale proposito, il contributo evidenzia come le criticità rilevate negli ultimi anni dall’acceso dibattito sulla contrazione dell’insegnamento della Geografia presso la scuola secondaria di II grado in Italia confermino la necessità di azioni sistemiche in grado di valorizzare il sapere, l’approccio e la didattica della disciplina.
Climate change perceived by teenagers: a geographical perspective
Settore M-GGR/01 - Geografia
Sabato, G. (2020). Il cambiamento climatico nella percezione degli adolescenti: una prospettiva geografica. In J. Gómez Cantero, C. Morán Martínez, J. Losada Gómez, F. Carnelli (a cura di), The climate crisis in Mediterranean Europe. Cross-Border and multidisciplinary issues on climate change (pp. 147-162). Lago : Il Sileno.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
SABATO_G - Il cambiamento climatico nella percezione degli adolescenti.pdf

accesso aperto

Descrizione: Articolo principale
Tipologia: Versione Editoriale
Dimensione 671.75 kB
Formato Adobe PDF
671.75 kB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/10447/467328
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact