Filottete e il tiranno malato. Riflessioni sulla I Pitica di Pindaro (vv. 50-56)