The arbitration proceedings before the Sports Guarantee Board, concerning disputes arising from the mandate contracts between sports agents and clients, recently started as a result of the recent issue of the CONI Regulation, pursuant to art. 22, par. 2, of the Sporting Agents Regulations, brought again to the attention of the interpreters the question of agents being subject to federal legislation and, in particular, to the constraint of sports justice. The issue is addressed in this paper under the specific perspective relating to the possibility or not of considering the arbitration clause, included in the mandate contracts between sports agents and clients, as abusive pursuant to the legislation on consumerism in the Consumer Code, or to the regulation on abusive clauses in art. 1341, par. 2, of the Civil Code.

L’avvio innanzi al Collegio di Garanzia dello Sport delle procedure arbitrali relative alle controversie nascenti in dipendenza dei contratti di mandato tra agenti sportivi ed assistiti, per effetto della recente emanazione del Regolamento CONI in materia, ai sensi dell’art. 22, comma 2, del Regolamento Agenti Sportivi, ha riproposto all’attenzione degli interpreti la questione della assoggettabilità degli agenti alla normativa federale e, in specie, al vincolo di giustizia sportiva. La questione viene affrontata nel presente lavoro sotto lo specifico angolo visuale afferente alla possibilità o meno di considerare la clausola compromissoria, inserita nei contratti di mandato tra agenti sportivi ed assistiti, come abusiva ai sensi della normativa contenuta nel Codice del Consumo, ovvero della disciplina di cui all’art. 1341, 2° comma, c.c.

Santoro Laura (2020). Brevi note in tema di applicabilità della normativa sul contratto di consumo al mandato tra agente sportivo e assistito. RIVISTA DI DIRITTO DELL'ECONOMIA, DEI TRASPORTI E DELL'AMBIENTE, 18, 81-92.

Brevi note in tema di applicabilità della normativa sul contratto di consumo al mandato tra agente sportivo e assistito

Santoro Laura
2020

Abstract

L’avvio innanzi al Collegio di Garanzia dello Sport delle procedure arbitrali relative alle controversie nascenti in dipendenza dei contratti di mandato tra agenti sportivi ed assistiti, per effetto della recente emanazione del Regolamento CONI in materia, ai sensi dell’art. 22, comma 2, del Regolamento Agenti Sportivi, ha riproposto all’attenzione degli interpreti la questione della assoggettabilità degli agenti alla normativa federale e, in specie, al vincolo di giustizia sportiva. La questione viene affrontata nel presente lavoro sotto lo specifico angolo visuale afferente alla possibilità o meno di considerare la clausola compromissoria, inserita nei contratti di mandato tra agenti sportivi ed assistiti, come abusiva ai sensi della normativa contenuta nel Codice del Consumo, ovvero della disciplina di cui all’art. 1341, 2° comma, c.c.
Settore IUS/01 - Diritto Privato
Santoro Laura (2020). Brevi note in tema di applicabilità della normativa sul contratto di consumo al mandato tra agente sportivo e assistito. RIVISTA DI DIRITTO DELL'ECONOMIA, DEI TRASPORTI E DELL'AMBIENTE, 18, 81-92.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Giureta 05_Santoro_DirPriv_2020.pdf

accesso aperto

Descrizione: Articolo principale
Tipologia: Versione Editoriale
Dimensione 97.55 kB
Formato Adobe PDF
97.55 kB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/10447/457191
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact