'Ruhm' di Daniel Kehlmann: tra realtà e dimensione virtuale