This paper describes the main features of the medical cannabis market as defined by Italian legislation, highlighting its dubious compatibility with the ordinary paradigm accepted by the case law of the Court of Justice in the field of competition law. The special elements meant to be at the basis of this derogation can be identified in the protection of public health, public order and public safety: however, such a peculiarity (underlying Italian legislation and its international framework) does not allow to consider the regulation of medical cannabis complying to the settled interpretation of articles 49, 52, 56 TFEU and to the equally established case law of the Italian Constitutional Court on the right to health.

L’articolo descrive l’assetto del mercato della cannabis terapeutica definito dalla legislazione italiana, evidenziandone la dubbia compatibilità con l’ordinario paradigma accolto dalla Corte di Giustizia in materia di diritto della concorrenza. Gli elementi specializzanti alla base di tale devianza possono essere individuati nelle esigenze di tutela della salute pubblica, dell’ordine pubblico e della pubblica sicurezza: questa peculiarità (presupposta dalla normativa italiana e dalla sua matrice internazionale) non consente comunque di giudicare la regolazione della cannabis terapeutica conforme all’interpretazione consolidata degli articoli 49, 52, 56T.f.Ue e alla altrettanto stabile giurisprudenza della Corte costituzionale italiana in materia di diritto alla salute.

ragusa (2020). Cannabis e terapia del dolore. Un singolare caso di limitazione del diritto alla cura. NUOVE AUTONOMIE(2), 347-378.

Cannabis e terapia del dolore. Un singolare caso di limitazione del diritto alla cura.

ragusa
2020-01-01

Abstract

L’articolo descrive l’assetto del mercato della cannabis terapeutica definito dalla legislazione italiana, evidenziandone la dubbia compatibilità con l’ordinario paradigma accolto dalla Corte di Giustizia in materia di diritto della concorrenza. Gli elementi specializzanti alla base di tale devianza possono essere individuati nelle esigenze di tutela della salute pubblica, dell’ordine pubblico e della pubblica sicurezza: questa peculiarità (presupposta dalla normativa italiana e dalla sua matrice internazionale) non consente comunque di giudicare la regolazione della cannabis terapeutica conforme all’interpretazione consolidata degli articoli 49, 52, 56T.f.Ue e alla altrettanto stabile giurisprudenza della Corte costituzionale italiana in materia di diritto alla salute.
Settore IUS/10 - Diritto Amministrativo
ragusa (2020). Cannabis e terapia del dolore. Un singolare caso di limitazione del diritto alla cura. NUOVE AUTONOMIE(2), 347-378.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Cannabis terapeutica - Nuove Autonomie (estratto articolo).pdf

Solo gestori archvio

Descrizione: Articolo pubblicato
Dimensione 860.96 kB
Formato Adobe PDF
860.96 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/10447/439227
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact