Memories of class is a very complex and articulated text, which is fully inscribed in the sociological tradition of studies on social and cultural change. The proposal put forward in it has several objectives. The most explicit and important concerns the attempt to give shape to a genealogy of the concept of class and then abandon it, demonstrating its non-usefulness, both as an explanatory category of the social phenomena that characterize the capitalist way of production and its development up to so-called globalization, both in the sense of identifying it with the subject of economic and social transformation, as Karl Marx thought. But within this genealogy of the concept of class, Memories of class has at least three other important purposes: an overall rereading of the genesis, development and crisis of industrial society; the attempt to lay the foundations of his theory of modernity, individualization and consumption, which subsequently characterized all the work of the Polish sociologist; and, finally, a political proposal to redefine a new "social power" capable of giving answers to the current crisis in industrial societies.

Memorie di classe è un testo molto complesso e articolato, che si inscrive a pieno titolo nella tradizione sociologica degli studi sul mutamento sociale e culturale. La proposta in esso avanzata persegue diversi obiettivi. Il più esplicito e importante riguarda il tentativo di dar corpo ad una genealogia del concetto di classe per poi abbandonarlo, dimostrandone la non utilità, sia come categoria esplicativa dei fenomeni sociali che caratterizzano il modo di produzione capitalistico e il suo sviluppo sino alla cosiddetta globalizzazione, sia nel senso dell’identificazione di esso con il soggetto della trasformazione economica e sociale, come invece pensava Karl Marx. Ma all’interno di questa genealogia del concetto di classe, Memorie di classe si prefigge almeno altre tre finalità importanti: una rilettura complessiva della genesi, dello sviluppo e della crisi della società industriale; il tentativo di gettare, in nuce, le fondamenta della sua teoria della modernità, dell’individualizzazione e del consumo, che hanno caratterizzato successivamente tutta l’opera del sociologo polacco; infine una proposta politica di ridefinizione di un nuovo “potere sociale” capace di dar risposte alla crisi in atto delle società industriali.

Pirrone (2020). La classe in Bauman: residuo della memoria o persistenza sociale?. In M.A. Pirrone, E. Bevilacqua (a cura di), Zygmunt Bauman, Memorie di classe. Preistoria e sopravvivenza di un concetto (pp. 9-34). Varazze (SV) : PM edizioni.

La classe in Bauman: residuo della memoria o persistenza sociale?

Pirrone
2020

Abstract

Memorie di classe è un testo molto complesso e articolato, che si inscrive a pieno titolo nella tradizione sociologica degli studi sul mutamento sociale e culturale. La proposta in esso avanzata persegue diversi obiettivi. Il più esplicito e importante riguarda il tentativo di dar corpo ad una genealogia del concetto di classe per poi abbandonarlo, dimostrandone la non utilità, sia come categoria esplicativa dei fenomeni sociali che caratterizzano il modo di produzione capitalistico e il suo sviluppo sino alla cosiddetta globalizzazione, sia nel senso dell’identificazione di esso con il soggetto della trasformazione economica e sociale, come invece pensava Karl Marx. Ma all’interno di questa genealogia del concetto di classe, Memorie di classe si prefigge almeno altre tre finalità importanti: una rilettura complessiva della genesi, dello sviluppo e della crisi della società industriale; il tentativo di gettare, in nuce, le fondamenta della sua teoria della modernità, dell’individualizzazione e del consumo, che hanno caratterizzato successivamente tutta l’opera del sociologo polacco; infine una proposta politica di ridefinizione di un nuovo “potere sociale” capace di dar risposte alla crisi in atto delle società industriali.
Settore SPS/07 - Sociologia Generale
Settore SPS/08 - Sociologia Dei Processi Culturali E Comunicativi
Pirrone (2020). La classe in Bauman: residuo della memoria o persistenza sociale?. In M.A. Pirrone, E. Bevilacqua (a cura di), Zygmunt Bauman, Memorie di classe. Preistoria e sopravvivenza di un concetto (pp. 9-34). Varazze (SV) : PM edizioni.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Memorie di classe.pdf

Solo gestori archvio

Descrizione: Articolo principale
Dimensione 1.24 MB
Formato Adobe PDF
1.24 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/10447/439008
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact