The essay re-evaluate the historian and paleographer Giuseppe Lagumina, who worked for a long time in the “Biblioteca Comunale” of Palermo and took part in the cultural climate experienced in this city at the end of the nineteenth century, when the “Società Siciliana per la Storia Patria” was founded, the magazine “Archivio Storico Siciliano”, and the series “Documenti per servire alla Storia di Sicilia” were born. His contribution to the “Codice Diplomatico dei Giudei di Sicilia”, written together with his best known brother Bartolomeo, has been higher than previously assumed. Moreover, he was the first historian who tried to reconstruct the final acts of the Chiaromonte lordship in the city of Palermo on the basis of unpublished documents he studied and transcribed.

Il saggio rivaluta Giuseppe Lagumina, storico e paleografo che lavorò a lungo nella Biblioteca Comunale di Palermo e partecipò alla vivace temperie culturale vissuta in questa città alla fine dell’Ottocento, quando fu fondata la “Società Siciliana per la Storia Patria” e nacquero la rivista “Archivio Storico Siciliano” e la collana “Documenti per servire alla Storia di Sicilia”. Il contributo di Giuseppe al "Codice Diplomatico dei Giudei di Sicilia", realizzato insieme con il più noto fratello Bartolomeo, è di gran lunga superiore a quanto finora ipotizzato. Inoltre, fu il primo storico che cercò di ricostruire gli atti finali della signoria dei Chiaromonte nella città di Palermo sulla scorta di documenti inediti da lui studiati e trascritti.

Patrizia Sardina (2020). Il contributo di monsignor Giuseppe Lagumina alla ricostruzione della storia della Sicilia nei secoli XIV e XV. In G. Mandalà, A. Bellettini (a cura di), Bartolomeo e Giuseppe Lagumina e gli studi storici e orientali in Sicilia fra Otto e Novecento (pp. 187-205). Napoli : Unior Press Napoli.

Il contributo di monsignor Giuseppe Lagumina alla ricostruzione della storia della Sicilia nei secoli XIV e XV

Patrizia Sardina
2020

Abstract

Il saggio rivaluta Giuseppe Lagumina, storico e paleografo che lavorò a lungo nella Biblioteca Comunale di Palermo e partecipò alla vivace temperie culturale vissuta in questa città alla fine dell’Ottocento, quando fu fondata la “Società Siciliana per la Storia Patria” e nacquero la rivista “Archivio Storico Siciliano” e la collana “Documenti per servire alla Storia di Sicilia”. Il contributo di Giuseppe al "Codice Diplomatico dei Giudei di Sicilia", realizzato insieme con il più noto fratello Bartolomeo, è di gran lunga superiore a quanto finora ipotizzato. Inoltre, fu il primo storico che cercò di ricostruire gli atti finali della signoria dei Chiaromonte nella città di Palermo sulla scorta di documenti inediti da lui studiati e trascritti.
Settore M-STO/01 - Storia Medievale
Patrizia Sardina (2020). Il contributo di monsignor Giuseppe Lagumina alla ricostruzione della storia della Sicilia nei secoli XIV e XV. In G. Mandalà, A. Bellettini (a cura di), Bartolomeo e Giuseppe Lagumina e gli studi storici e orientali in Sicilia fra Otto e Novecento (pp. 187-205). Napoli : Unior Press Napoli.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
P. Sardina, Lagumina.pdf

Solo gestori archvio

Descrizione: saggio in volume
Tipologia: Versione Editoriale
Dimensione 397.89 kB
Formato Adobe PDF
397.89 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/10447/438049
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact