I shall discuss the relationship between the interventionist theory of causation and free action. Interventionist accounts of causation define causation on the basis of “intervention”. These theories can be reductive, if they explain causes on the basis of human free interventions, or nonreductive, if they consider causes and interventions as two inter-defined concepts, where interventions are regarded as explicitly not human. I will show that the dilemma between reductive and nonreductive interventionist theories of causality can be overcome in favour of reductive accounts, with regard to what causation is in anthropological sense, and with regard to the causal explanation of phenomena. Non-reductive accounts, explaining causes based on interventions and defining interventions as special causes (without any reference to human actions) create a dangerous explanatory circularity between cause and intervention and are not able to give a general and explanatory idea of causation. Reductive interventionist theories, instead, do not suffer from this circularity

Intendo discutere il rapporto tra la teoria interventista della causalità e l’azione libera. Gli approcci interventisti alla causalità definiscono la causazione sulla base dell’“intervento”. Queste teorie possono essere riduttive, se spiegano le cause in base all’intervento umano come libero intervento umano, oppure non-riduttive, se considerano cause e interventi come due concetti inter-definiti, dove gli interventi sono considerati come esplicitamente non umani. Intendo mostrare che il dilemma tra teorie interventista della causalità di tipo riduttivo e non-riduttivo può essere superato in favore degli approcci riduttivi, con riferimento a ciò che la causazione è in senso antropologico e con riferimento alla spiegazione causale dei fenomeni. Gli approcci non-riduttivi, spiegando le cause sulla base di interventi e definendo gli interventi come cause speciali (senza alcun riferimento alle azioni umane), creano una perniciosa circolarità esplicativa tra cause e interventi e non sono in grado di dare un’idea generale ed esplicativa della causazione. Le teorie interventiste riduttive, al contrario, non soffrono di questa circolarità

Gaetano Licata (2019). Free Action and Interventionist Theory of Causality. RIVISTA INTERNAZIONALE DI FILOSOFIA E PSICOLOGIA, 10(3), 282-294 [10.4453/rifp.2019.0024].

Free Action and Interventionist Theory of Causality

Gaetano Licata
2019-01-01

Abstract

Intendo discutere il rapporto tra la teoria interventista della causalità e l’azione libera. Gli approcci interventisti alla causalità definiscono la causazione sulla base dell’“intervento”. Queste teorie possono essere riduttive, se spiegano le cause in base all’intervento umano come libero intervento umano, oppure non-riduttive, se considerano cause e interventi come due concetti inter-definiti, dove gli interventi sono considerati come esplicitamente non umani. Intendo mostrare che il dilemma tra teorie interventista della causalità di tipo riduttivo e non-riduttivo può essere superato in favore degli approcci riduttivi, con riferimento a ciò che la causazione è in senso antropologico e con riferimento alla spiegazione causale dei fenomeni. Gli approcci non-riduttivi, spiegando le cause sulla base di interventi e definendo gli interventi come cause speciali (senza alcun riferimento alle azioni umane), creano una perniciosa circolarità esplicativa tra cause e interventi e non sono in grado di dare un’idea generale ed esplicativa della causazione. Le teorie interventiste riduttive, al contrario, non soffrono di questa circolarità
Settore M-FIL/02 - Logica E Filosofia Della Scienza
https://www.rifp.it/ojs/index.php/rifp/article/view/rifp.2019.0024/973
Gaetano Licata (2019). Free Action and Interventionist Theory of Causality. RIVISTA INTERNAZIONALE DI FILOSOFIA E PSICOLOGIA, 10(3), 282-294 [10.4453/rifp.2019.0024].
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Free Action and Interventionist Theories of Causality.pdf

accesso aperto

Descrizione: articolo di rivista
Tipologia: Versione Editoriale
Dimensione 409.81 kB
Formato Adobe PDF
409.81 kB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/10447/438000
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus 0
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? 0
social impact