Con questo lavoro si offre, dopo averne brevemente tratteggiato la genesi storica, una ricostruzione generale del principio di proporzionalità e dei suoi impieghi da parte della giurisprudenza costituzionale in materia penale. Quel che emerge è che a fronte del tentativo di definirne in modo rigoroso lo statuto logico, nella concreta prassi applicativa il principio di proporzionalità esibisce contorni piuttosto sfran- giati e le sue capacità di prestazione si rivelano troppo legate a dati assiologici e ragioni contingenti che precedono il giudizio per essere adoperato come affidabile criterio di orientamento della politica criminale. Tuttavia, la sua portata euristica sembra recuperare terreno ove si ribalti l’angolazione prospettica e si consideri la proporzionalità — piuttosto che come strumento di legittimazione dell’intervento statale — come criterio di delegittimazione della pretesa sanzionatoria, adoperan- dolo come modulo di sintesi delle istanze garantistiche, idoneo a testare la com- plessiva razionalità della norma all’interno del sistema penale.

Andrea Merlo (2016). Considerazioni sul principio di proporzionalità nella giurisprudenza costituzionale in materia penale. RIVISTA ITALIANA DI DIRITTO E PROCEDURA PENALE, 59(3), 1427-1462.

Considerazioni sul principio di proporzionalità nella giurisprudenza costituzionale in materia penale

Andrea Merlo
2016

Abstract

Con questo lavoro si offre, dopo averne brevemente tratteggiato la genesi storica, una ricostruzione generale del principio di proporzionalità e dei suoi impieghi da parte della giurisprudenza costituzionale in materia penale. Quel che emerge è che a fronte del tentativo di definirne in modo rigoroso lo statuto logico, nella concreta prassi applicativa il principio di proporzionalità esibisce contorni piuttosto sfran- giati e le sue capacità di prestazione si rivelano troppo legate a dati assiologici e ragioni contingenti che precedono il giudizio per essere adoperato come affidabile criterio di orientamento della politica criminale. Tuttavia, la sua portata euristica sembra recuperare terreno ove si ribalti l’angolazione prospettica e si consideri la proporzionalità — piuttosto che come strumento di legittimazione dell’intervento statale — come criterio di delegittimazione della pretesa sanzionatoria, adoperan- dolo come modulo di sintesi delle istanze garantistiche, idoneo a testare la com- plessiva razionalità della norma all’interno del sistema penale.
Settore IUS/17 - Diritto Penale
Andrea Merlo (2016). Considerazioni sul principio di proporzionalità nella giurisprudenza costituzionale in materia penale. RIVISTA ITALIANA DI DIRITTO E PROCEDURA PENALE, 59(3), 1427-1462.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
RIDPP_Andrea Merlo_2016 copia.pdf

Solo gestori archvio

Descrizione: Articolo principale
Tipologia: Versione Editoriale
Dimensione 158.25 kB
Formato Adobe PDF
158.25 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/10447/437590
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact