The European arrest warrant is the first and most important instrument of mutual recognition among countries in the European Union. In almost twenty years of application, it has been characterized by partial adjustments through internal legislation, progressive harmonization impulses of EU law, and by intense multi-level dialogue between the Courts. The paper gives a commentary on the provisions of l. 117/2019, which specifically concerned the judicial decision while highlighting the innovations, yet at the same time addresses the gaps, the aspecificity and untimeliness of the new law, including the differences from the Framework Decisions and the distance from the virtuous case law of the Court of Justice, EcHR and the Internal Courts.

Il mandato di arresto europeo ha rappresentato il primo e più importante strumento di mutuo riconoscimento per i Paesi dell’Unione europea. In quasi un ventennio di applicazione l’istituto è stato caratterizzato da adeguamenti parziali del legislatore interno, da progressive spinte armonizzatrici del diritto dell’Unione, da un intenso dialogo multilivello tra le Corti. Il contributo offre un commento alle disposizioni della l. 4 ottobre 2019, n. 117 che hanno specificamente interessato la forma di consegna, mettendo in evidenza i tratti innovativi, ma al contempo sottolineando lacune, difetti di specificità e di tempestività che segnano la disomogeneità rispetto alle Decisioni quadro nonché la distanza rispetto alla giurisprudenza virtuosa della Corte di giustizia, della Corte europea di diritti dell’uomo e delle Corti interne.

Maggio, P. (2020). Le modifiche alla disciplina del MAE per effetto della legge di delegazione europea. PROCESSO PENALE E GIUSTIZIA(3), 717-731.

Le modifiche alla disciplina del MAE per effetto della legge di delegazione europea

Maggio, P
2020

Abstract

Il mandato di arresto europeo ha rappresentato il primo e più importante strumento di mutuo riconoscimento per i Paesi dell’Unione europea. In quasi un ventennio di applicazione l’istituto è stato caratterizzato da adeguamenti parziali del legislatore interno, da progressive spinte armonizzatrici del diritto dell’Unione, da un intenso dialogo multilivello tra le Corti. Il contributo offre un commento alle disposizioni della l. 4 ottobre 2019, n. 117 che hanno specificamente interessato la forma di consegna, mettendo in evidenza i tratti innovativi, ma al contempo sottolineando lacune, difetti di specificità e di tempestività che segnano la disomogeneità rispetto alle Decisioni quadro nonché la distanza rispetto alla giurisprudenza virtuosa della Corte di giustizia, della Corte europea di diritti dell’uomo e delle Corti interne.
Settore IUS/16 - Diritto Processuale Penale
Maggio, P. (2020). Le modifiche alla disciplina del MAE per effetto della legge di delegazione europea. PROCESSO PENALE E GIUSTIZIA(3), 717-731.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Modifiche alla disciplina del MAE.pdf

Solo gestori archvio

Tipologia: Post-print
Dimensione 767.63 kB
Formato Adobe PDF
767.63 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/10447/434624
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact