EMATURIA - Il termine “ematuria” indica la presenza di globuli rossi (GR) nelle urine. Può essere visibile a occhio nudo (macroematuria o ematuria macroscopica) o solo al microscopio (microematuria)5 LA COLICA RENALE - La colica reno-ureterale, nella sua manifestazione tipica, è un dolore acuto che dalla regione lombare s’irradia, anteriormente, al fianco e alla regione inguinale omolaterale (fino al testicolo nell’uomo, alle grandi labbra nelle donne). Talvolta si associa a nausea e vomito, ematuria e sintomi disurici (similcistitici). Ha una durata variabile da alcuni minuti ad alcune ore. L’alvo può essere temporaneamente chiuso ai gas. Eventuali brividi e febbre indicano un’infezione secondaria. IDROCELE - L’idrocele è una condizione clinica caratterizzata da un versamento di liquido sieroso tra gli strati viscerale e parietale della tunica vaginale del testicolo. LA RITENZIONE URINARIA- La ritenzione urinaria è l’incapacità a svuotare completamente la vescica. Quando ciò accade improvvisamente e si accompagna a dolore e a globo vescicale si definisce ritenzione urinaria acuta. Si definisce epididimite una condizione patologica caratterizzata da dolore e tumefazione monolaterale dello scroto conseguente a un’infiammazione dell’epididimo. Quando si associa all’infiammazione del testicolo, come spesso accade, si definisce “orchiepididimite”. L’infiammazione può estendersi al dotto deferente (deferentite) o all’intero funicolo spermatico (funicolite). L’ulteriore evoluzione (complicanza) dell’infezione può esitare in: ascesso epididimario, ascesso scrotale extraepididimario e piocele (presenza di pus all’interno della tunica vaginale). EMOSPERMIA - L’emospermia consiste nella presenza di sangue nello sperma. Nella maggior parte dei casi (in particolare nei soggetti giovani) è idiopatica, benigna e si risolve spontaneamente entro pochi giorni o pochi mesi; con l’avanzare dell’età può rappresentare un sintomo di neoplasia. Spesso è un sintomo che non si associa a dolore. Quando è la conseguenza di un’infezione, può accompagnarsi, invece, a dolore e ad altri sintomi come febbre, disuria o ematuria. PRIAPISMO - Il priapismo consiste in una sindrome clinica, a carattere intermittente o persistente, caratterizzata da erezione dolorosa del pene, di lunga durata, non provocata dal meccanismo di normale reazione agli stimoli sessuali (e quindi non accompagnata da eccitamento sessuale) e non seguita da eiaculazione. Non è pertanto diretta allo scopo della copula e non si risolve al compimento di questa (spesso difficile e sempre dolorosa).

Michele Zagra, Marco Vella, Gianpaolo Di Gregorio (2020). Emergenze-urgenze urologiche e dell'apparato genitale maschile. In M. Zagra, R. Pugliese (a cura di), Emergenze e urgenze medico chirurgiche: Sintomi, diagnosi, terapia (pp. 421-438). Milano : Edra s.p.a..

Emergenze-urgenze urologiche e dell'apparato genitale maschile

Marco Vella;Gianpaolo Di Gregorio
2020-01-01

Abstract

EMATURIA - Il termine “ematuria” indica la presenza di globuli rossi (GR) nelle urine. Può essere visibile a occhio nudo (macroematuria o ematuria macroscopica) o solo al microscopio (microematuria)5 LA COLICA RENALE - La colica reno-ureterale, nella sua manifestazione tipica, è un dolore acuto che dalla regione lombare s’irradia, anteriormente, al fianco e alla regione inguinale omolaterale (fino al testicolo nell’uomo, alle grandi labbra nelle donne). Talvolta si associa a nausea e vomito, ematuria e sintomi disurici (similcistitici). Ha una durata variabile da alcuni minuti ad alcune ore. L’alvo può essere temporaneamente chiuso ai gas. Eventuali brividi e febbre indicano un’infezione secondaria. IDROCELE - L’idrocele è una condizione clinica caratterizzata da un versamento di liquido sieroso tra gli strati viscerale e parietale della tunica vaginale del testicolo. LA RITENZIONE URINARIA- La ritenzione urinaria è l’incapacità a svuotare completamente la vescica. Quando ciò accade improvvisamente e si accompagna a dolore e a globo vescicale si definisce ritenzione urinaria acuta. Si definisce epididimite una condizione patologica caratterizzata da dolore e tumefazione monolaterale dello scroto conseguente a un’infiammazione dell’epididimo. Quando si associa all’infiammazione del testicolo, come spesso accade, si definisce “orchiepididimite”. L’infiammazione può estendersi al dotto deferente (deferentite) o all’intero funicolo spermatico (funicolite). L’ulteriore evoluzione (complicanza) dell’infezione può esitare in: ascesso epididimario, ascesso scrotale extraepididimario e piocele (presenza di pus all’interno della tunica vaginale). EMOSPERMIA - L’emospermia consiste nella presenza di sangue nello sperma. Nella maggior parte dei casi (in particolare nei soggetti giovani) è idiopatica, benigna e si risolve spontaneamente entro pochi giorni o pochi mesi; con l’avanzare dell’età può rappresentare un sintomo di neoplasia. Spesso è un sintomo che non si associa a dolore. Quando è la conseguenza di un’infezione, può accompagnarsi, invece, a dolore e ad altri sintomi come febbre, disuria o ematuria. PRIAPISMO - Il priapismo consiste in una sindrome clinica, a carattere intermittente o persistente, caratterizzata da erezione dolorosa del pene, di lunga durata, non provocata dal meccanismo di normale reazione agli stimoli sessuali (e quindi non accompagnata da eccitamento sessuale) e non seguita da eiaculazione. Non è pertanto diretta allo scopo della copula e non si risolve al compimento di questa (spesso difficile e sempre dolorosa).
Settore MED/24 - Urologia
Michele Zagra, Marco Vella, Gianpaolo Di Gregorio (2020). Emergenze-urgenze urologiche e dell'apparato genitale maschile. In M. Zagra, R. Pugliese (a cura di), Emergenze e urgenze medico chirurgiche: Sintomi, diagnosi, terapia (pp. 421-438). Milano : Edra s.p.a..
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
21_CH20_ZAGRA_421_438_III.pdf

Solo gestori archvio

Descrizione: Emergenze - urgenze urologiche e dell'apparato genitale maschile
Tipologia: Versione Editoriale
Dimensione 1.06 MB
Formato Adobe PDF
1.06 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/10447/432755
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact