Un libro dedicato ai territori che inaugura la omonima collana e che attraverso i testi degli Autori parla di Roma, di periferie vecchie e nuove, di storie di vita, di abitare, di passato, di presente. Ma si tratta di un passato generativo, non nostalgico e contemplativo, e di un presente dinamico e complesso, che apre al futuro. È questo l’aspetto più interessante del volume Recinti urbani, che non si propone di dare formule risolutive ma piuttosto porre sul tappeto interrogativi, per ripensare criticamente il territorio attraverso la narrazione, il quotidiano, l’espressione personale.

Crobe, S. (2014). Recinti urbani. Roma e i luoghi dell’abitare.

Recinti urbani. Roma e i luoghi dell’abitare

Crobe, Stefania
2014-01-01

Abstract

Un libro dedicato ai territori che inaugura la omonima collana e che attraverso i testi degli Autori parla di Roma, di periferie vecchie e nuove, di storie di vita, di abitare, di passato, di presente. Ma si tratta di un passato generativo, non nostalgico e contemplativo, e di un presente dinamico e complesso, che apre al futuro. È questo l’aspetto più interessante del volume Recinti urbani, che non si propone di dare formule risolutive ma piuttosto porre sul tappeto interrogativi, per ripensare criticamente il territorio attraverso la narrazione, il quotidiano, l’espressione personale.
Settore ICAR/21 - Urbanistica
Crobe, S. (2014). Recinti urbani. Roma e i luoghi dell’abitare.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Recinti urbani_Semestrale di Geografia.pdf

accesso aperto

Tipologia: Versione Editoriale
Dimensione 44.06 kB
Formato Adobe PDF
44.06 kB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/10447/426614
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact