The circumstances of an offense have been traditionally considered as incidental or ancillary elements that could only have a role in the determination of punishment. However, they have recently drawn the attention of the legal literature, the case-law and the legislator itself, thereby offering new food for thought. This paper focuses on the implications of a frequent use of the circumstances of an offense, especially with reference to the critical area of child protection. In fact, here the circumstances of the offense have gone through a process of proliferation that might seem valuable as an expression of a criminal law that takes care of grasping the peculiarities of these victims so as to provide for a broader protection. However, because of the challenges posed by this system, this trend should be critically discussed and potential alternative solutions should be considered.

Tradizionalmente considerate elementi accidentali, o accessori, in grado di incidere sulla sola fase della commisurazione della pena, di recente le circostanze del reato hanno attratto l’attenzione della dottrina, della giurisprudenza e dello stesso legislatore, offrendo nuovi spunti di riflessione. Il presente scritto si sofferma sulle implicazioni che scaturiscono dal frequente ricorso alle circostanze, piuttosto che a figure autonome di reato, soprattutto nel delicato settore della protezione del minorenne. In tale ambito, infatti, le circostanze del reato sono state sottoposte ad un processo di proliferazione che potrebbe apparire apprezzabile, rivelandosi espressione di un diritto penale attento a cogliere le peculiarità del soggetto passivo, al fine di garantire allo stesso una più ampia protezione. Tuttavia, le criticità rintracciabili nel sistema circostanziale invitano a porre in discussione la avvertita tendenza e a prospettare letture alternative.

Schirò Dalila Mara (2020). Circostanze del reato e tutela del minore. RIVISTA ITALIANA DI DIRITTO E PROCEDURA PENALE(1), 107-150.

Circostanze del reato e tutela del minore

Schirò Dalila Mara
2020

Abstract

Tradizionalmente considerate elementi accidentali, o accessori, in grado di incidere sulla sola fase della commisurazione della pena, di recente le circostanze del reato hanno attratto l’attenzione della dottrina, della giurisprudenza e dello stesso legislatore, offrendo nuovi spunti di riflessione. Il presente scritto si sofferma sulle implicazioni che scaturiscono dal frequente ricorso alle circostanze, piuttosto che a figure autonome di reato, soprattutto nel delicato settore della protezione del minorenne. In tale ambito, infatti, le circostanze del reato sono state sottoposte ad un processo di proliferazione che potrebbe apparire apprezzabile, rivelandosi espressione di un diritto penale attento a cogliere le peculiarità del soggetto passivo, al fine di garantire allo stesso una più ampia protezione. Tuttavia, le criticità rintracciabili nel sistema circostanziale invitano a porre in discussione la avvertita tendenza e a prospettare letture alternative.
Settore IUS/17 - Diritto Penale
Schirò Dalila Mara (2020). Circostanze del reato e tutela del minore. RIVISTA ITALIANA DI DIRITTO E PROCEDURA PENALE(1), 107-150.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
D.M. Schirò, Circostanze del reato e tutela del minore, RIDPP, 2020, 107..pdf

non disponibili

Tipologia: Versione Editoriale
Dimensione 9.36 MB
Formato Adobe PDF
9.36 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/10447/423454
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact