The paper addresses possibilities, limits and conditions for criminal law intervention in the broad front of measures to counter organised crime. First, we exclude a merely temporary and contingent nature of the concerned phenomenon and, therefore, that the legislation against is limited to serious but always circumscribed emergency seasons. Then, the issue is verified under the two theories of the criminal law of the enemy and of criminal law “of fight”. The conclusion advocates against the utilization of such general formulas, for constitutional reasons as well as for the features of criminal law. It recommends that this important area of legislation be monitored in terms of individual standards and not in terms of overarching categories.

Il contributo considera possibilità, limiti e condizioni dell’intervento del diritto penale nell’ampio fronte delle misure di contrasto al crimine organizzato. Si nega in primo luogo che tale forma di criminalità abbia una natura meramente temporanea e contingente, e che dunque la relativa normativa di contrasto possa confinarsi ad una pur grave, ma sempre circoscritta stagione dell’emergenza. Si procede quindi con una verifica della materia alla luce delle due teorie del diritto penale del nemico e del diritto penale di lotta. La conclusione nega l’utilizzabilità di formule così generali, per ragioni di ordine costituzionale e di caratteri costitutivi dell’intervento penale, e si pronuncia a favore invece di un controllo di questo importante settore dell’ordinamento da condurre sul piano delle singole norme e non per categorie complessive.

militello (2020). La "lotta" alla criminalità organizzata. RIVISTA ITALIANA DI DIRITTO E PROCEDURA PENALE, LXIII 2020(2), 773-803.

La "lotta" alla criminalità organizzata

militello
2020

Abstract

Il contributo considera possibilità, limiti e condizioni dell’intervento del diritto penale nell’ampio fronte delle misure di contrasto al crimine organizzato. Si nega in primo luogo che tale forma di criminalità abbia una natura meramente temporanea e contingente, e che dunque la relativa normativa di contrasto possa confinarsi ad una pur grave, ma sempre circoscritta stagione dell’emergenza. Si procede quindi con una verifica della materia alla luce delle due teorie del diritto penale del nemico e del diritto penale di lotta. La conclusione nega l’utilizzabilità di formule così generali, per ragioni di ordine costituzionale e di caratteri costitutivi dell’intervento penale, e si pronuncia a favore invece di un controllo di questo importante settore dell’ordinamento da condurre sul piano delle singole norme e non per categorie complessive.
Settore IUS/17 - Diritto Penale
militello (2020). La "lotta" alla criminalità organizzata. RIVISTA ITALIANA DI DIRITTO E PROCEDURA PENALE, LXIII 2020(2), 773-803.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Militello RIDPP 2020 lotta criminalita organizzata.pdf

non disponibili

Descrizione: articolo principale
Tipologia: Post-print
Dimensione 549.72 kB
Formato Adobe PDF
549.72 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/10447/423335
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact