So far, researchers paid special attention to the identification of the porta ad marem ferens quoted by ancient sources, and linked to the localization of the agora/forum and of the near Temple of Herakles/Hercules. In recent years, G. Tripodi’s hypothesis has prevailed, that identifies the main gate towards the sea (Porta IV) near the E side of the socalled Temple of Herakles (in the garden of Villa Aurea), rather than on the W side (in the site of the alleged Porta Aurea). Lastly, V. Caminneci and G. Cucchiara proposed a reappraisal of the role of the “Porta Aurea” as the main outlet towards the coastal emporium. Based on the new data from the current investigations by the team of the University of Palermo in the area between the temples of Zeus Olympios and Herakles, the paper re-examines all the evidences at disposal and aims to define the phases and the historical development of the fortifications in this part of the ancient town. These are considered in relationship with the sanctuary and, after the dismissal of the sacred areas at the end of the 4th century B.C., with the defense needs of the city; and finally, with the need of connection between the urban core of the Hellenistic-Roman town, the countryside and the sea.

L’identificazione della porta ad mare ferens, ricordata da Livio per le vicende della conquista romana di Agrigento nel 211/0 a.C., ha costituito uno degli argomenti di maggior interesse per gli studiosi della topografia della città, in connessione con la localizzazione dell’agorà-foro e del non lontano tempio di Eracle/Ercole. Nel quindicennio scorso ha prevalso l’ipotesi, avanzata da G. Tripodi nel 2003, che la porta principale di collegamento con la costa sia da ubicare a Est (attuale giardino di Villa Aurea) e non già ad Ovest (sito della cosiddetta Porta Aurea) del Tempio A/ cosiddetto Tempio di Eracle; da ultimo, V. Caminneci e G. Cucchiara hanno invece rivalutato l’importanza anche del varco posto tra il Tempio di Eracle e la fascia a Sud dell’Olympieion, sede tradizionale della “Porta Aurea”, per il collegamento con il territorio e l’emporio. Sulla scorta delle indagini in corso da parte dell’Università di Palermo in questo settore della Collina dei Templi, viene qui proposta una revisione complessiva delle evidenze, che consente di definire le fasi principali di sviluppo e trasformazione di questa parte della città, in cui si inseriscono e si definiscono i connotati delle architetture militari, in relazione al contesto santuariale e, dopo la dismissione delle aree sacre a fine IV sec. a.C., alla preminente funzione assunta da questa zona nella difesa e quindi nella relazione tra la città ellenistico-romana, il territorio e il mare.

de Cesare, M., Portale, E. (2020). Le fortificazioni di Akragas: il settore presso la cosiddetta Porta Aurea. In L.M. Caliò, G.M. Gerogiannis, M. Kopsakeili (a cura di), Fortificazioni e società nel Mediterraneo occidentale- Fortifications and Society in the Western Mediterranean, Sicilia e Italia (pp. 169-187). Roma : Quasar.

Le fortificazioni di Akragas: il settore presso la cosiddetta Porta Aurea

de Cesare, M.
;
Portale, E. C.
2020-01-01

Abstract

L’identificazione della porta ad mare ferens, ricordata da Livio per le vicende della conquista romana di Agrigento nel 211/0 a.C., ha costituito uno degli argomenti di maggior interesse per gli studiosi della topografia della città, in connessione con la localizzazione dell’agorà-foro e del non lontano tempio di Eracle/Ercole. Nel quindicennio scorso ha prevalso l’ipotesi, avanzata da G. Tripodi nel 2003, che la porta principale di collegamento con la costa sia da ubicare a Est (attuale giardino di Villa Aurea) e non già ad Ovest (sito della cosiddetta Porta Aurea) del Tempio A/ cosiddetto Tempio di Eracle; da ultimo, V. Caminneci e G. Cucchiara hanno invece rivalutato l’importanza anche del varco posto tra il Tempio di Eracle e la fascia a Sud dell’Olympieion, sede tradizionale della “Porta Aurea”, per il collegamento con il territorio e l’emporio. Sulla scorta delle indagini in corso da parte dell’Università di Palermo in questo settore della Collina dei Templi, viene qui proposta una revisione complessiva delle evidenze, che consente di definire le fasi principali di sviluppo e trasformazione di questa parte della città, in cui si inseriscono e si definiscono i connotati delle architetture militari, in relazione al contesto santuariale e, dopo la dismissione delle aree sacre a fine IV sec. a.C., alla preminente funzione assunta da questa zona nella difesa e quindi nella relazione tra la città ellenistico-romana, il territorio e il mare.
Settore L-ANT/07 - Archeologia Classica
de Cesare, M., Portale, E. (2020). Le fortificazioni di Akragas: il settore presso la cosiddetta Porta Aurea. In L.M. Caliò, G.M. Gerogiannis, M. Kopsakeili (a cura di), Fortificazioni e società nel Mediterraneo occidentale- Fortifications and Society in the Western Mediterranean, Sicilia e Italia (pp. 169-187). Roma : Quasar.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
169-187_de_Cesare-Portale.pdf

Solo gestori archvio

Descrizione: articolo principale
Tipologia: Versione Editoriale
Dimensione 4.93 MB
Formato Adobe PDF
4.93 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/10447/416176
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact