The Author provides a critical analysis, from a criminal law perspective, of the politically driven tendency to criminalize as humanitarian smuggling the actions taken by NGOs to save unwanted migrants from drowning in the Mediterranean Sea during their journey to Italy. More specifically, the Author tries to figure out whether this kind of actions should be more properly qualified as «aiding and abetting illegal immigration», pursuant to art. 12 of the Italian consolidated law on immigration (Italian Legislative Decree No. 286/1998), or as permissible actions covered by a criminal defense. Finally, in the closing section of this paper, the Author focuses on what he believes are the criminal-political reasons underlying the whole debate.

In questo articolo mi propongo di sottoporre a vaglio critico, da prospettiva penalistica, la retorica dello smuggling umanitario, utilizzata nei mesi scorsi da una parte dell’opinione pubblica per criminalizzare l’operato delle Ong attive nel Mar Mediterraneo nel salvataggio di migranti in distress. Più in particolare, cercherò di capire se regga, da un punto di vista giuridico-penale, la qualificazione di questo operato come « favoreggiamento dell’immigrazione clandestina » rilevante ai sensi dell’art. 12 Tuimm, o se non si diano invece le condizioni per considerarlo scriminato, o comunque penalmente lecito. Al termine del lavoro, indicherò quelle che, a mio avviso, costituiscono le ragioni politico-criminali più profonde che stanno alla base di questo tipo di vicende.

A. Spena (2019). Smuggling umanitario e scriminanti. RIVISTA ITALIANA DI DIRITTO E PROCEDURA PENALE(4), 1859-1907.

Smuggling umanitario e scriminanti

A. Spena
2019-01-01

Abstract

In questo articolo mi propongo di sottoporre a vaglio critico, da prospettiva penalistica, la retorica dello smuggling umanitario, utilizzata nei mesi scorsi da una parte dell’opinione pubblica per criminalizzare l’operato delle Ong attive nel Mar Mediterraneo nel salvataggio di migranti in distress. Più in particolare, cercherò di capire se regga, da un punto di vista giuridico-penale, la qualificazione di questo operato come « favoreggiamento dell’immigrazione clandestina » rilevante ai sensi dell’art. 12 Tuimm, o se non si diano invece le condizioni per considerarlo scriminato, o comunque penalmente lecito. Al termine del lavoro, indicherò quelle che, a mio avviso, costituiscono le ragioni politico-criminali più profonde che stanno alla base di questo tipo di vicende.
Settore IUS/17 - Diritto Penale
A. Spena (2019). Smuggling umanitario e scriminanti. RIVISTA ITALIANA DI DIRITTO E PROCEDURA PENALE(4), 1859-1907.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Smuggling umanitario e scriminanti.pdf

Solo gestori archvio

Tipologia: Versione Editoriale
Dimensione 36.76 MB
Formato Adobe PDF
36.76 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/10447/413639
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact