Phos in Omero: “uomo”, oppure la più antica nozione greca di “persona”?