Lo spazio poetico al limitare del margine urbano