The intervention is dedicated to the figure and work of Bellino Bissolo, Milanese poet of the thirteenth century, author of three didactic-moralistic texts in Latin and elegiac couplets, the «Liber legum moralium», the «De regimine vite et sanitatis» and, above all, the «Speculum vite». The first part of the text traces the "status quaestionis" relating to the author, the work and the studies on it. The second and larger part is instead based on the reading and analysis of two short compositions of the «Speculum vite» (I 5; I 9), of a narrative-fictional character and structure, for both of which a fruition by the Bissolo, from the tales of Aviano, which had so much success in the Middle Ages.

L'intervento è dedicato alla figura e all'opera di Bellino Bissolo, poeta milanese del Duecento, autore di tre testi didattico-moralistici in latino e in distici elegiaci, il «Liber legum moralium», il «De regimine vite et sanitatis» e, soprattutto, lo «Speculum vite». Nella prima parte del testo viene tracciato lo "status quaestionis" relativo all'autore, all'opera e agli studi su di essa. La seconda e più ampia parte è invece fondata sulla lettura e l'analisi di due brevi componimenti dello «Speculum vite» (I 5; I 9), di carattere e impianto narrativo-favolistico, per entrambi i quali si ipotizza una fruizione, da parte del Bissolo, delle favole di Aviano, che tanto successo hanno avuto nel Medioevo.

Bisanti (2020). Reminiscenze e rielaborazioni avianee in due carmi di Bellino Bissolo (Spec. vite I 5; I 9). In P. Colletta, F. La Mantia, S. Macrì (a cura di), Mito, favola, fiaba. Testimonianze linguistiche e tradizioni culturali a confronto (pp. 69-107). Palermo : Il Palindromo.

Reminiscenze e rielaborazioni avianee in due carmi di Bellino Bissolo (Spec. vite I 5; I 9)

Bisanti
2020-01-01

Abstract

L'intervento è dedicato alla figura e all'opera di Bellino Bissolo, poeta milanese del Duecento, autore di tre testi didattico-moralistici in latino e in distici elegiaci, il «Liber legum moralium», il «De regimine vite et sanitatis» e, soprattutto, lo «Speculum vite». Nella prima parte del testo viene tracciato lo "status quaestionis" relativo all'autore, all'opera e agli studi su di essa. La seconda e più ampia parte è invece fondata sulla lettura e l'analisi di due brevi componimenti dello «Speculum vite» (I 5; I 9), di carattere e impianto narrativo-favolistico, per entrambi i quali si ipotizza una fruizione, da parte del Bissolo, delle favole di Aviano, che tanto successo hanno avuto nel Medioevo.
Settore L-FIL-LET/08 - Letteratura Latina Medievale E Umanistica
Bisanti (2020). Reminiscenze e rielaborazioni avianee in due carmi di Bellino Bissolo (Spec. vite I 5; I 9). In P. Colletta, F. La Mantia, S. Macrì (a cura di), Mito, favola, fiaba. Testimonianze linguistiche e tradizioni culturali a confronto (pp. 69-107). Palermo : Il Palindromo.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
BISANTI - Reminiscenze e rielaborazioni avianee in due carmi di Bellino Bissolo (Spec. vite I 5; I 9).pdf

Solo gestori archvio

Descrizione: saggio in volume
Tipologia: Versione Editoriale
Dimensione 442.28 kB
Formato Adobe PDF
442.28 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/10447/412035
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact