Il ricordo dell’esperienza di Vittorio Gregotti a Palermo