This essay describes the first results of a scientific research on the social representations of femicide in the Italian juridical documents. The text gives some hints about the theoretical frameworks, methodological choices, as well as analytical structure and tools. On the basis of the “juridical field” model, the problematic use of the term femicide is analysed through the lens of the normative process, by both examining social meanings and questioning political, as well as economical anchoring. Starting from the analysis of interviews with key informants, the juristic discourse on gender-based violence is critically studied as “hypothesis of social action signification”, by observing the ways in which “the practical content of issues related to power and authority” translates “into those on indictment and responsibility”.

L’articolo espone i primi risultati di una ricerca sulle rappresentazioni del femminicidio in ambito giudiziario in Italia, illustrandone il quadro teorico, le scelte metodologiche, l’impianto analitico, gli strumenti. Le problematiche connesse all’uso del termine femminicidio sono analizzate ponendo al centro il processo normativo, esplorandone i significati sociali e questionando gli ancoraggi politici e economici attraverso il modello del “campo giuridico”. Partendo dall’analisi di interviste condotte tra testimoni privilegiati, il discorso giuridico sulla violenza di genere è criticamente studiato come “ipotesi di significazione dell’agire sociale”, osservando i modi in cui “il contenuto pragmatico delle questioni del potere e dell’autorità” si traduce “in quelle della imputazione e della responsabilità”.

alessandra dino (2019). Violenza di genere e femminicidio nelle narrazioni giudiziarie in Italia. Il punto di vista dei testimoni privilegiati. SOCIOLOGIA DEL DIRITTO(3), 25-49 [10.3280/SD2019-003002].

Violenza di genere e femminicidio nelle narrazioni giudiziarie in Italia. Il punto di vista dei testimoni privilegiati

alessandra dino
2019-01-01

Abstract

L’articolo espone i primi risultati di una ricerca sulle rappresentazioni del femminicidio in ambito giudiziario in Italia, illustrandone il quadro teorico, le scelte metodologiche, l’impianto analitico, gli strumenti. Le problematiche connesse all’uso del termine femminicidio sono analizzate ponendo al centro il processo normativo, esplorandone i significati sociali e questionando gli ancoraggi politici e economici attraverso il modello del “campo giuridico”. Partendo dall’analisi di interviste condotte tra testimoni privilegiati, il discorso giuridico sulla violenza di genere è criticamente studiato come “ipotesi di significazione dell’agire sociale”, osservando i modi in cui “il contenuto pragmatico delle questioni del potere e dell’autorità” si traduce “in quelle della imputazione e della responsabilità”.
Settore SPS/12 - Sociologia Giuridica, Della Devianza E Mutamento Sociale
Settore SPS/08 - Sociologia Dei Processi Culturali E Comunicativi
alessandra dino (2019). Violenza di genere e femminicidio nelle narrazioni giudiziarie in Italia. Il punto di vista dei testimoni privilegiati. SOCIOLOGIA DEL DIRITTO(3), 25-49 [10.3280/SD2019-003002].
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
violenza di genere e femmnicidio A. Dino.pdf

Solo gestori archvio

Descrizione: articolo in rivista in Fascia A - realizzato all'interno del Prin (2015) dal titolo
Tipologia: Versione Editoriale
Dimensione 432.13 kB
Formato Adobe PDF
432.13 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/10447/397861
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact