Le ferite sociali prodotte dalla criminalità organizzata, come categoria interpretativa del cambiamento