Cibo e donne in Heinrich Böll nel contesto di una «estetica dell’umano»