Dopo la firmitas. Prospettiva metabolista di architetture resilienti