The paper focuses on the Italian criminal provisions regarding trade secret. It aims at analyzing the consistency between the criminal law system (recently reformed by D. Lgs. N. 63/2018) and the modern needs of data-driven economy. D. Lgs. n. 63/2018 modified the structure and the object of protection of art. 623 c.p. and it also filled the gap between the criminal law system and the civil law protection (art. 98 industrial property code). Problems regarding the compatibility of the different forms of protection may arise from this reform, as underlined by the case law of the ECHR too. Notwithstanding the risks related to the overlapping of the two regulations, the paper tries to differentiate the notion of trade secret of the two branches of law in order to demonstrate the need of the criminal protection of trade secret.

Il contributo si concentra sulla disciplina penale italiana in materia di segreto commerciale, e ha l’intento di verificare se la recente riforma legislativa (D. Lgs. n. 63/2018) sia riuscita a conformare l’ordinamento domestico alle moderne istanze della data-driven economy. La novella ha modificato la struttura e l’oggetto di tutela dell’art. 623 c.p., e ha comportato inoltre un avvicinamento della disciplina penale al sistema di tutela civilistico predisposto dal codice della proprietà industriale (art. 98 c.p.i.). Tale avvicinamento pone all’interprete non pochi dubbi in merito alla compatibilità tra le due forme di protezione, dubbi enfatizzati dalla recente giurisprudenza convenzionale. In conclusione, si tenterà di dimostrare come, nonostante i rischi derivanti dal cumulo delle diverse discipline, permangano spazi di lecito intervento penale in materia, specialmente se si struttura in modo differente l’oggetto del segreto commerciale tutelabile dalle due diverse branche del diritto.

Riccardo ercole omodei (2019). La tutela penale del segreto commerciale in Italia. Fra esigenze di adeguamento e possibilità di razionalizzazione. DIRITTO PENALE CONTEMPORANEO(2), 112-128.

La tutela penale del segreto commerciale in Italia. Fra esigenze di adeguamento e possibilità di razionalizzazione

Riccardo ercole omodei
2019-01-01

Abstract

Il contributo si concentra sulla disciplina penale italiana in materia di segreto commerciale, e ha l’intento di verificare se la recente riforma legislativa (D. Lgs. n. 63/2018) sia riuscita a conformare l’ordinamento domestico alle moderne istanze della data-driven economy. La novella ha modificato la struttura e l’oggetto di tutela dell’art. 623 c.p., e ha comportato inoltre un avvicinamento della disciplina penale al sistema di tutela civilistico predisposto dal codice della proprietà industriale (art. 98 c.p.i.). Tale avvicinamento pone all’interprete non pochi dubbi in merito alla compatibilità tra le due forme di protezione, dubbi enfatizzati dalla recente giurisprudenza convenzionale. In conclusione, si tenterà di dimostrare come, nonostante i rischi derivanti dal cumulo delle diverse discipline, permangano spazi di lecito intervento penale in materia, specialmente se si struttura in modo differente l’oggetto del segreto commerciale tutelabile dalle due diverse branche del diritto.
Settore IUS/17 - Diritto Penale
Riccardo ercole omodei (2019). La tutela penale del segreto commerciale in Italia. Fra esigenze di adeguamento e possibilità di razionalizzazione. DIRITTO PENALE CONTEMPORANEO(2), 112-128.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
DPC_Riv_Trim_2_2019_omodei.pdf

accesso aperto

Tipologia: Versione Editoriale
Dimensione 869.44 kB
Formato Adobe PDF
869.44 kB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/10447/389507
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact