Il lavoro irregolare nella percezione degli attori