This article is intended to treat the history of restoration in the United Kingdom during the nineteenth century, highlighting the contributions that will lead for the first time to the diffusion of the Papers on the Conservation of Ancient Monuments and Remains in London (1865), marked by the substantial influence of John Ruskin. The research is developed by specifying the meaning Edward August Freeman had paradoxically assigned to the term “conservation” and, through the support of original documents, it highlights the fundamental contribution of George Gilbert Scott in reformulating the conservative meaning of the restoration of ancient buildings, with many references to the ideas of John Ruskin. After recalling the fierce controversy begun during the restoration of the Lincoln Cathedral, the contribution critically presents the first Papers on the Conservation appeared in the historical route of the discipline.

Il contributo tratta l'evoluzione storico-teorica del Restauro nel Regno Unito durante il XIX secolo, rilevando i fondamentali contributi che condurranno per la prima volta alla diffusione di una carta del Restauro, ovvero i "Papers on the Conservation of Ancient Monuments and Remains", pubblicata a Londra nel 1865. La ricerca si avvia chiarendo il significato che Edward August Freeman aveva paradossalmente assegnato al termine "conservazione" e, attraverso il supporto di documenti originali e nuove traduzioni, evidenzia il contributo fondamentale di George Gilbert Scott nella riformulazione conservativa degli obiettivi del restauro degli antichi edifici, con molti riferimenti alle idee di John Ruskin. Dopo aver richiamato la feroce polemica sul restauro della Cattedrale di Lincoln, il contributo presenta criticamente la prima Carta della Conservazione (Papers on the Conservation) emersa lungo l'evoluzione storica della disciplina.

Ventimiglia, G. (2019). Papers on the Conservation of Ancient Monuments and Remains. John Ruskin, Gilbert Scott e la Carta inglese della Conservazione (Londra, 1865). RESTAURO ARCHEOLOGICO, 27(2), 104-115.

Papers on the Conservation of Ancient Monuments and Remains. John Ruskin, Gilbert Scott e la Carta inglese della Conservazione (Londra, 1865)

Ventimiglia, Gaspare
2019-01-01

Abstract

Il contributo tratta l'evoluzione storico-teorica del Restauro nel Regno Unito durante il XIX secolo, rilevando i fondamentali contributi che condurranno per la prima volta alla diffusione di una carta del Restauro, ovvero i "Papers on the Conservation of Ancient Monuments and Remains", pubblicata a Londra nel 1865. La ricerca si avvia chiarendo il significato che Edward August Freeman aveva paradossalmente assegnato al termine "conservazione" e, attraverso il supporto di documenti originali e nuove traduzioni, evidenzia il contributo fondamentale di George Gilbert Scott nella riformulazione conservativa degli obiettivi del restauro degli antichi edifici, con molti riferimenti alle idee di John Ruskin. Dopo aver richiamato la feroce polemica sul restauro della Cattedrale di Lincoln, il contributo presenta criticamente la prima Carta della Conservazione (Papers on the Conservation) emersa lungo l'evoluzione storica della disciplina.
Settore ICAR/19 - Restauro
https://didapress.it/memories-on-john-ruskin-1-2
Ventimiglia, G. (2019). Papers on the Conservation of Ancient Monuments and Remains. John Ruskin, Gilbert Scott e la Carta inglese della Conservazione (Londra, 1865). RESTAURO ARCHEOLOGICO, 27(2), 104-115.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
GM Ventimiglia Ruskin Volume 2.pdf

accesso aperto

Descrizione: Copertine, Indice, Full paper
Tipologia: Versione Editoriale
Dimensione 1.46 MB
Formato Adobe PDF
1.46 MB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/10447/386404
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact