La Suprema Corte limita il privilegio processuale in favore del credito fondiario