Il contributo analizza lo statuto giuridico del diritto di voto politico nella Costituzione repubblicana, muovendo dalla connotazione dell'assenza di una scelta a favore di un sistema elettorale. Si sottolinea altresì l'esigenza di stabilità dello stesso quale manifestazione di rigidità costituzionale, proponendosi una lettura sistematica dell'art. 48 Cost. quale indicazione fondamentale per la scelta di una legge elettorale. In conclusione si individua una possibile suggestione cioè quella di considerare la disciplina elettorale come "materia costituzionale".

ARMANNO (2018). La tutela del diritto di voto tra Costituzione e sistema elettorale. OSSERVATORIO SULLE FONTI, XI(2), 00-00.

La tutela del diritto di voto tra Costituzione e sistema elettorale

ARMANNO
2018

Abstract

Il contributo analizza lo statuto giuridico del diritto di voto politico nella Costituzione repubblicana, muovendo dalla connotazione dell'assenza di una scelta a favore di un sistema elettorale. Si sottolinea altresì l'esigenza di stabilità dello stesso quale manifestazione di rigidità costituzionale, proponendosi una lettura sistematica dell'art. 48 Cost. quale indicazione fondamentale per la scelta di una legge elettorale. In conclusione si individua una possibile suggestione cioè quella di considerare la disciplina elettorale come "materia costituzionale".
Settore IUS/08 - Diritto Costituzionale
ARMANNO (2018). La tutela del diritto di voto tra Costituzione e sistema elettorale. OSSERVATORIO SULLE FONTI, XI(2), 00-00.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
OSF_2_2018 ARMANNO-2.pdf

accesso aperto

Dimensione 94.2 kB
Formato Adobe PDF
94.2 kB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/10447/350632
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact