La "messa alla prova" dopo il dictum della Consulta: indenne ma rivisitata e in attesa di nuove censure