Charlotte Perkins Gilman e Virginia Woolf: creativita e compiacenza nella fenomenologia dell'informe