“Ben venga un bel corpo di donna, nudo”: i vari volti della repressione nel 1960