Le pratiche magiche tra passato e presente