Due ipotesti per un testo. La settima novella di Francesco Maria Molza