L'A. esamina la questione dell'effettività delle misure antirapina, muovendo da un'analisi dei più significativi arresti della recente giurisprudenza di merito e di legittimità. Rifiutando astratte posizioni di principio, che dilaterebbero oltremodo l'obbligazione datoriale, la Suprema Corte nella pronuncia in commento ha declinato l'obbligo gravante sul datore di lavoro ex art. 2087 c.c. alla luce del canone di ragionevolezza.

Dentici L. M., (2015). Sull’efficacia preventiva, dissuasiva e protettiva delle misure antirapina.

Sull’efficacia preventiva, dissuasiva e protettiva delle misure antirapina

DENTICI, Lorenzo Maria
2015-01-01

Abstract

L'A. esamina la questione dell'effettività delle misure antirapina, muovendo da un'analisi dei più significativi arresti della recente giurisprudenza di merito e di legittimità. Rifiutando astratte posizioni di principio, che dilaterebbero oltremodo l'obbligazione datoriale, la Suprema Corte nella pronuncia in commento ha declinato l'obbligo gravante sul datore di lavoro ex art. 2087 c.c. alla luce del canone di ragionevolezza.
Settore IUS/07 - Diritto Del Lavoro
Dentici L. M., (2015). Sull’efficacia preventiva, dissuasiva e protettiva delle misure antirapina.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
dentici, sull'efficacia preventiva.pdf

accesso aperto

Dimensione 95.55 kB
Formato Adobe PDF
95.55 kB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/10447/163938
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact