Eugène Ionesco e la metafisica nel suo teatro