Considering the two historiographical interpretations given by Anna Maria Rao and Giuseppe Giarrizzo (with Francesco Renda), the article examine the question on the transformation from the fiefs in allodial lands and intends to highlight the difficulty of a unitary interpretation of the feudal matter in the Kingdoms of Naples and Sicily. The conception of the fief, developed by the Neapolitan economic and legal historians in the second half of the Nineteenth century, was completely different from the “theory of fellow soldiers” endorsed by the Sicilian barons in the second half of the Eighteenth century, although they paradoxically agreed with the transformation of the fiefs in allodial lands occurred between the Middle Ages and the Early Modern age. Behind these problems there was the conflict between the Sicilian barons and the Bourbon court; and, at that time different institutional systems and political conceptions emerged, leading to contrasting narratives on the history of the two Kingdoms of Naples and Sicily.

Attraverso la riconsiderazione di due proposte interpretative avanzate da Anna Maria Rao e da Giuseppe Giarrizzo (con Francesco Renda), l’articolo prende in esame la questione relativa alla trasformazione dei feudi in allodi e intende mettere in luce la problematicità di una lettura unitaria della questione feudale nei regni di Napoli e di Sicilia. Come si cerca di evidenziare, la concezione del feudo elaborata dalla storiografia economico-giuridica napoletana nella seconda metà dell’Ottocento approdò a risultati diametralmente opposti rispetto alla “teoria dei commilitoni” fatta propria da buona parte del baronaggio siciliano nella seconda metà del Settecento, pur concordando paradossalmente nell’idea di una trasformazione dei feudi in allodi avvenuta fra Medioevo ed età moderna; dietro queste idiosincrasie vi era lo scontro fra baronaggio siciliano e Corte borbonica, nel corso del quale ebbero modo di emergere sistemi istituzionali e concezioni politiche fondamentalmente differenti, che portarono ad una riconfigurazione storiografica contrastata delle vicende dei due regni.

Alonzi, L. (2015). Allodialità e feudalità nei regni di Napoli e di Sicilia. In A.M. Rossella Cancila (a cura di), Feudalesimi nel mediterraneo moderno (pp. 263-287). Palermo : Associazione Mediterranea.

Allodialità e feudalità nei regni di Napoli e di Sicilia

ALONZI, Luigi
2015

Abstract

Attraverso la riconsiderazione di due proposte interpretative avanzate da Anna Maria Rao e da Giuseppe Giarrizzo (con Francesco Renda), l’articolo prende in esame la questione relativa alla trasformazione dei feudi in allodi e intende mettere in luce la problematicità di una lettura unitaria della questione feudale nei regni di Napoli e di Sicilia. Come si cerca di evidenziare, la concezione del feudo elaborata dalla storiografia economico-giuridica napoletana nella seconda metà dell’Ottocento approdò a risultati diametralmente opposti rispetto alla “teoria dei commilitoni” fatta propria da buona parte del baronaggio siciliano nella seconda metà del Settecento, pur concordando paradossalmente nell’idea di una trasformazione dei feudi in allodi avvenuta fra Medioevo ed età moderna; dietro queste idiosincrasie vi era lo scontro fra baronaggio siciliano e Corte borbonica, nel corso del quale ebbero modo di emergere sistemi istituzionali e concezioni politiche fondamentalmente differenti, che portarono ad una riconfigurazione storiografica contrastata delle vicende dei due regni.
Settore M-STO/02 - Storia Moderna
Alonzi, L. (2015). Allodialità e feudalità nei regni di Napoli e di Sicilia. In A.M. Rossella Cancila (a cura di), Feudalesimi nel mediterraneo moderno (pp. 263-287). Palermo : Associazione Mediterranea.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
12. alonzi.pdf

accesso aperto

Tipologia: Versione Editoriale
Dimensione 1.39 MB
Formato Adobe PDF
1.39 MB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/10447/146869
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact