Nuove tecnologie, attivismo telematico e società civile: un difficile rapporto dagli esiti talvolta incivili