L'"ex-sistenza corporea" e la comunità globale escludente