A study of the benthic macroalgal flora and vegetation of the Stagnone di Marsala (Trapani) has been performed in order to provide an up-to-date review of the status of and verify main changes that have occurred in the area over the past three decades. The flora of this study was poorer in taxa than that of literature (94 taxa against 108), with an increase in Chlorophyta and a decrease in Rhodophyta and Phaeophyceae. Only 48 taxa in the present flora have been previously reported, while 46 are new for the Stagnone. Among these, it was noteworthy, from both floristic and ecological point of view, the record for the first time of Cystoseira compressa (Esper) Gerloff & Nizamuddin and the invasive algae Caulerpa cylindracea Sonder and Lophocladia lallemandii (Montagne) F. Schmitz. On the contrary, 60 taxa previously reported have not been detected during the present study. Among these, Lamprothamnium papulosum (Wallroth) Groves and Cystoseira barbata (Stackhouse) C. Agardh f. aurantia (Kützing) Giaccone have been the most significant disappearances. High degree of confinement and sediment composition were the major factors affecting number of taxa and abundance of the phytobenthic communities, with maximum values in the stations characterized by a good water exchange and/or presence of Cystoseira assemblages. As a result of the effects of global warming over the past few years, noticeable changes in composition and structure of phytobenthic communities in the lagoon have been observed and some hypotheses of expected changes are here proposed.

È stato condotto uno studio sulla flora e vegetazione macroalgale dello Stagnone di Marsala (Trapani) con l’obiettivo di fornire una revisione dei dati riportati in letteratura ed esaminare i principali cambiamenti che si sono verificati nell’intera area negli ultimi tre decenni. La flora algale è risultata più povera rispetto al passato (94 taxa contro 108), mostrando un incremento delle Cloroficee e una riduzione delle Rodoficee e delle Feoficee. Solo 48 taxa sono stati riportati precedentemente, mentre 46 sono nuovi per lo Stagnone. Tra questi, è interessante sottolineare sia da un punto di vista floristico che ecologico, il ritrovamento per la prima volta dell’alga bruna Cystoseira compressa (Esper) Gerloff & Nizamuddin e delle alghe invasive Caulerpa cylindracea Sonder e Lophocladia lallemandii (Montagne) F. Schmitz. Al contrario, 60 taxa riportati precedentemente non sono stati trovati nel presente studio. In particolare, si annovera la scomparsa dell’alga verde Lamprothamnium papulosum (Wallroth) Groves e dell’alga bruna Cystoseira barbata (Stackhouse) C. Agardh f. aurantia (Kützing) Giaccone. L’elevato grado di confinamento e la natura del substrato sono stati i principali fattori che hanno influenzato il numero dei taxa e l’abbondanza delle comunità fitobentoniche, con valori massimi nelle stazioni caratterizzate da un buon ricambio idrico e/o dalla presenza di comunità dominate da Cystoseira. Nel presente studio vengono proposte alcune ipotesi per descrivere i cambiamenti nella composizione e struttura delle comunità fitobentoniche all’interno della laguna come conseguenza degli effetti del riscaldamento globale in atto negli ultimi anni.

Bellissimo, G., Orestano, C. (2014). Changes in the benthic algal flora and vegetation of a semi-enclosed Mediterranean coastal lagoon (Stagnone di Marsala, Western Sicily). NATURALISTA SICILIANO, 38, 245-264.

Changes in the benthic algal flora and vegetation of a semi-enclosed Mediterranean coastal lagoon (Stagnone di Marsala, Western Sicily)

BELLISSIMO, Giancarlo;ORESTANO, Carla
2014

Abstract

È stato condotto uno studio sulla flora e vegetazione macroalgale dello Stagnone di Marsala (Trapani) con l’obiettivo di fornire una revisione dei dati riportati in letteratura ed esaminare i principali cambiamenti che si sono verificati nell’intera area negli ultimi tre decenni. La flora algale è risultata più povera rispetto al passato (94 taxa contro 108), mostrando un incremento delle Cloroficee e una riduzione delle Rodoficee e delle Feoficee. Solo 48 taxa sono stati riportati precedentemente, mentre 46 sono nuovi per lo Stagnone. Tra questi, è interessante sottolineare sia da un punto di vista floristico che ecologico, il ritrovamento per la prima volta dell’alga bruna Cystoseira compressa (Esper) Gerloff & Nizamuddin e delle alghe invasive Caulerpa cylindracea Sonder e Lophocladia lallemandii (Montagne) F. Schmitz. Al contrario, 60 taxa riportati precedentemente non sono stati trovati nel presente studio. In particolare, si annovera la scomparsa dell’alga verde Lamprothamnium papulosum (Wallroth) Groves e dell’alga bruna Cystoseira barbata (Stackhouse) C. Agardh f. aurantia (Kützing) Giaccone. L’elevato grado di confinamento e la natura del substrato sono stati i principali fattori che hanno influenzato il numero dei taxa e l’abbondanza delle comunità fitobentoniche, con valori massimi nelle stazioni caratterizzate da un buon ricambio idrico e/o dalla presenza di comunità dominate da Cystoseira. Nel presente studio vengono proposte alcune ipotesi per descrivere i cambiamenti nella composizione e struttura delle comunità fitobentoniche all’interno della laguna come conseguenza degli effetti del riscaldamento globale in atto negli ultimi anni.
Bellissimo, G., Orestano, C. (2014). Changes in the benthic algal flora and vegetation of a semi-enclosed Mediterranean coastal lagoon (Stagnone di Marsala, Western Sicily). NATURALISTA SICILIANO, 38, 245-264.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
245-264 Bellissimo etc..pdf

accesso aperto

Descrizione: Bellissimo & Orestano 2014
Dimensione 280.21 kB
Formato Adobe PDF
280.21 kB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/10447/103046
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact