Manoscritti del Settecento napoletano nel fondo musicale della Cattedrale di Piazza Armerina