Sulla specificità del ragionamento giuridico. L'analogia nel civil e nel common law