I diritti di godimento tra legge e contratto