Diversi tipi di stress ambientali possono indurre l’espressione delle Hsps vengono rapidamente sintetizzate all'interno delle cellule dopo esposizione ad uno stressor. Le HSPs sono raggruppate in diverse famiglie in base alle dimensioni delle proteine. Nella maggior parte degli organismi ci sono diversi geni che codificano i membri di questa famiglia HSP. In studi precedenti è stata valutata l'interazione tra Bacillus thuringiensis e gli emociti circolanti di Rhynchophorus ferrugineus il punteruolo rosso delle palme. Questo coleottero è grande, da due a cinque centimetri di lunghezza, ed è di colore rosso ruggine, le sue larve scavano buche fino a un metro lungo il tronco delle palme, e può uccidere la pianta ospite. Bacillus thuringiensis (Bt), un batterio presente in natura, è un insetticida utile per il controllo dei parassiti in determinate situazioni. Diversi ceppi possono infettare e uccidere gli insetti. Attualmente, il Bt è l'unico "insetticida microbico" in uso. Negli ultimi anni c'è stato molto interesse per l'attività Bt e sono stati sviluppati nuovi prodotti. Il Bt agisce producendo proteine ("cristalli tossici") che reagiscono con le cellule del rivestimento intestinale degli insetti sensibili. Queste proteine paralizzano il sistema digestivo dell’insetto che muore di fame. E’ stato già dimostrato che il Bt interagisce negativamente con gli emociti circolanti di R. ferrugineus che diminuiscono drasticamente, in particolare il numero dei plasmatociti significativamente si abbassa dopo 19 ore di trattamento. In questo studio, si esamina per la prima volta l'espressione di Hsp70 nelle larve di R. ferrugineus. Le analisi di Western Blot con anticorpi monoclonali anti-HSP 70 hanno mostrato che l’ epressione di Hsp70 negli emociti aumenta di circa sette volte dopo 3 ore di trattamento con BT ritornando al valore controllo dopo 6 ore di trattamento.

Celi, M., Vazzana, M., Manachini, B., Parrinello, N., Arizza, V. (2011). Modulazione In vivo dell’Hsp70 negli emociti di Rhynchophorus ferrugineus dopo trattamento con Bacillus thuringiensis. In XXI Congresso della Società Italiana di Ecologia.

Modulazione In vivo dell’Hsp70 negli emociti di Rhynchophorus ferrugineus dopo trattamento con Bacillus thuringiensis

CELI, Monica;VAZZANA, Mirella;MANACHINI, Barbara Rosy Ines;PARRINELLO, Nicolo';ARIZZA, Vincenzo
2011-01-01

Abstract

Diversi tipi di stress ambientali possono indurre l’espressione delle Hsps vengono rapidamente sintetizzate all'interno delle cellule dopo esposizione ad uno stressor. Le HSPs sono raggruppate in diverse famiglie in base alle dimensioni delle proteine. Nella maggior parte degli organismi ci sono diversi geni che codificano i membri di questa famiglia HSP. In studi precedenti è stata valutata l'interazione tra Bacillus thuringiensis e gli emociti circolanti di Rhynchophorus ferrugineus il punteruolo rosso delle palme. Questo coleottero è grande, da due a cinque centimetri di lunghezza, ed è di colore rosso ruggine, le sue larve scavano buche fino a un metro lungo il tronco delle palme, e può uccidere la pianta ospite. Bacillus thuringiensis (Bt), un batterio presente in natura, è un insetticida utile per il controllo dei parassiti in determinate situazioni. Diversi ceppi possono infettare e uccidere gli insetti. Attualmente, il Bt è l'unico "insetticida microbico" in uso. Negli ultimi anni c'è stato molto interesse per l'attività Bt e sono stati sviluppati nuovi prodotti. Il Bt agisce producendo proteine ("cristalli tossici") che reagiscono con le cellule del rivestimento intestinale degli insetti sensibili. Queste proteine paralizzano il sistema digestivo dell’insetto che muore di fame. E’ stato già dimostrato che il Bt interagisce negativamente con gli emociti circolanti di R. ferrugineus che diminuiscono drasticamente, in particolare il numero dei plasmatociti significativamente si abbassa dopo 19 ore di trattamento. In questo studio, si esamina per la prima volta l'espressione di Hsp70 nelle larve di R. ferrugineus. Le analisi di Western Blot con anticorpi monoclonali anti-HSP 70 hanno mostrato che l’ epressione di Hsp70 negli emociti aumenta di circa sette volte dopo 3 ore di trattamento con BT ritornando al valore controllo dopo 6 ore di trattamento.
Settore BIO/05 - Zoologia
3-ott-2011
XXI Congresso della Società Italiana di Ecologia
Palermo
3-6 ottobre
XXI
1
Celi, M., Vazzana, M., Manachini, B., Parrinello, N., Arizza, V. (2011). Modulazione In vivo dell’Hsp70 negli emociti di Rhynchophorus ferrugineus dopo trattamento con Bacillus thuringiensis. In XXI Congresso della Società Italiana di Ecologia.
Proceedings (atti dei congressi)
Celi,M; Vazzana, M; Manachini, B; Parrinello, N; Arizza, V
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/10447/79222
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact