Food is now out of fashion. The kitchen is no longer used. And gastromania is depopulating in the low-cost provinces, invading the meanders of the most pop culture, not to mention trashy. Thus, the petty bourgeois dining rooms are filled with ethnic recipe books, there is no housewife who does not take care of the plating of the seitan meatloaf, the neighborhood supermarkets overflow with organic products, smelling glasses of vintage red are stirred in the bars of the square of country, trembling local televisions zoom in on the details of extremely refined dishes, gloomy dieticians prescribe foods without dignity, tired tourists climb winding food and wine itineraries. But the discussion of food no longer interests anyone: opinion leaders, or self-styled leaders, raise their eyebrows at the story of yet another gourmet dinner; the old and new media yawn as they trashed the millionth press release announcing the gastronomic event of the year. To pay the price, with our stomachs, it is needless to say the food, just emerged from the modern glaciation and immediately thrust back into a mass mythology that, glorifying it as much as possible, neglects the truth. That is, quite simply, its political value.

Il cibo è ormai fuori moda. La cucina non s’usa più. E la gastromania spopola nelle province low cost, invadendo i meandri della cultura più pop, per non dire trash. Così, i tinelli piccolo borghesi si riempiono di ricettari etnici, non c’è massaia che non curi l’impiattamento del polpettone di seitan, i supermercati di quartiere traboccano di biologico, si agitano calici olezzanti di rosso d’annata nei bar della piazza di paese, tremebonde televisioni locali zoomano su dettagli di pietanze raffinatissime, cupi dietologi prescrivono alimenti dignitosamente “senza”, stracchi turisti si inerpicano per sinuosi itinerari eno-gastronomici. Ma il discorso sul cibo non interessa più nessuno: gli opinion leader, o sedicenti tali, alzano il sopracciglio al racconto dell’ennesima cena gourmet; i media vecchi e nuovi sbadigliano cestinando il milionesimo comunicato che annuncia l’evento gastronomico dell’anno. A farne le spese, coi nostri stomaci, è manco a dirlo il cibo, appena uscito dalla glaciazione moderna e subito ricacciato in una mitologia di massa che, glorificandolo a più non posso, ne trascura la verità. Ossia, molto semplicemente, il suo valore politico.

Marrone, G. (2019). Dopo la cena, allo stesso modo. Dieci anni di immaginario gastronomico. Palermo : Le Torri del Vento.

Dopo la cena, allo stesso modo. Dieci anni di immaginario gastronomico

Marrone, Giovanni
2019-01-01

Abstract

Il cibo è ormai fuori moda. La cucina non s’usa più. E la gastromania spopola nelle province low cost, invadendo i meandri della cultura più pop, per non dire trash. Così, i tinelli piccolo borghesi si riempiono di ricettari etnici, non c’è massaia che non curi l’impiattamento del polpettone di seitan, i supermercati di quartiere traboccano di biologico, si agitano calici olezzanti di rosso d’annata nei bar della piazza di paese, tremebonde televisioni locali zoomano su dettagli di pietanze raffinatissime, cupi dietologi prescrivono alimenti dignitosamente “senza”, stracchi turisti si inerpicano per sinuosi itinerari eno-gastronomici. Ma il discorso sul cibo non interessa più nessuno: gli opinion leader, o sedicenti tali, alzano il sopracciglio al racconto dell’ennesima cena gourmet; i media vecchi e nuovi sbadigliano cestinando il milionesimo comunicato che annuncia l’evento gastronomico dell’anno. A farne le spese, coi nostri stomaci, è manco a dirlo il cibo, appena uscito dalla glaciazione moderna e subito ricacciato in una mitologia di massa che, glorificandolo a più non posso, ne trascura la verità. Ossia, molto semplicemente, il suo valore politico.
Settore M-FIL/05 - Filosofia E Teoria Dei Linguaggi
9788899896928
https://www.torridelventoedizioni.it/libro/dopo-la-cena-allo-stesso-modo/
Marrone, G. (2019). Dopo la cena, allo stesso modo. Dieci anni di immaginario gastronomico. Palermo : Le Torri del Vento.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
marrone-dopo la cena_compressed.pdf

Solo gestori archvio

Descrizione: Intera monografia
Tipologia: Versione Editoriale
Dimensione 8.04 MB
Formato Adobe PDF
8.04 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/10447/579223
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact