Intersezioni ai bordi del linguaggio. Note su Wittgenstein e Heidegger